Paella di pesce alicantina di Yaya Angeles

INGREDIENTI
dosi per 4/6 persone

1 kg di pesce misto per fumetto
1 cipolla
1 pomodoro ramato
6 spicchi di aglio sbucciati
1 peperone rosso grande
500 ml passata di pomodoro
½ kg tonno o pesce spada
1 seppia grande pulita e privata del rostro
500 g misto scampi e gamberi
12 cozze pulite e private del bisso
1 ñora
400 g circa di riso Bomba La Perla D.O. Valencia
Olio Extravergine d’Oliva Puerta De Las Villas
5/6 pistilli di zafferano Pote
sale e pepe

PROCEDIMENTO
Taglia il peperone a falde.
Taglia il tonno a cubotti e la seppia a striscioline. Tieni da parte.
Prepara il brodo mettendo in circa 2 litri di acqua la cipolla, il pesce per fumetto e il pomodoro fresco.
Porta a bollore e lascia sobbollire dolcemente per circa 40 minuti. Filtra e tieni da parte.
Pesta nel mortaio 3 spicchi di aglio sbucciati con un qualche chicco di sale grosso.
Metti la paellera diametro 46 cm (disponibile sul nostro shop) sul fuoco.
Versa l’olio nella paellera fino a coprire bene la superficie. Aggiungi gli altri spicchi d’aglio e la ñora e lasciali rosolare per alcuni minuti. Togli gli spicchi d’aglio dalla paellera e aggiungili nel mortaio dove avevi pestato quelli freschie pesta il tutto.
Rimuovi anche la ñora e tienila da parte. Aggiungi le falde di peperone e lasciale soffriggere per alcuni minuti. Una volta dorate, rimuovile e tienile da parte.
Aggiungi la seppia e il tonno. Fai rosolare anche quelli, poi spostali verso il bordo della paellera e aggiungi la salsa di pomodoro nel mezzo.
Lascia che il pomodoro prenda calore, poi riporta tutti gli ingredienti verso il centro, aggiungi il riso Bomba (disponibile sul nostro shop) e fai cuocere a fuoco lento per alcuni minuti. Aggiungi infine il brodo, la ñora tagliata a pezzetti, l’aglio pestato e i pistilli di zafferano (disponibile sul nostro shop).
Appena il tutto riprende il bollore appoggia sulla superficie gli scampi, le cozze, i gamberi e i peperoni. Lascia cuocere fino a che i liquidi si saranno asciugati (abbassa il fuoco verso la fine).

Copri con un telo a fine cottura e lascia riposare per circa 20 minuti, poi servi.

Sulla pentola resterà attaccato del riso che avrà formato la crosticina: si chiama, in valenciano, socarrat.

VINO SUGGERITO IN ABBINAMENTO:
AD Gaude