Il Natale in Spagna

Le tradizioni natalizie in Spagna sono moltissime e si tramandano di generazione in generazione mantenendo sempre lo stesso spirito di comunione e grande felicità, come in tutti i paesi. Ma ciò che differenzia il Natale spagnolo dagli altri è proprio la natura di queste tradizioni!

 

Lo sapevi che in Spagna non è Babbo Natale a portare i regali? Proprio così. Gli spagnoli non ricevono la visita di Babbo Natale il 25 dicembre, ma aspettano il 6 gennaio, giorno in cui si celebra la cosiddetta Cabalgata de Reyes Magos, ovvero l’avvento dei Re Magi che sfilano in ogni città della Spagna portando regali a tutti i bambini.

Anche in cucina la Spagna vanta tradizioni uniche e antichissime! Oltre al classico Jamón Serrano, ai crostacei locali e al famosissimo turrón de Alicante, la tradizione più curiosa del Natale spagnolo in cucina è il Roscón de Reyes, un dessert a forma di ciambella ripieno di canditi, crema e due ingredienti a dir poco insoliti… Nel dolce si nascondono anche una statuetta di un re mago e una fava. Chi riceve la fetta di torta contenente la statuetta riceve anche una corona e diventa il re della festa, mentre colui che riceve la fetta con al suo interno la fava, è destinato a dover pagare l’intero dessert a tutti!

E a Capodanno? La tradizione vuole che in Spagna sia l’uva la vera protagonista e la vera portatrice di fortuna! Durante il conto alla rovescia prima di mezzanotte, gli spagnoli cercano di mangiare 12 chicchi d’uva prima che si concludano i dodici rintocchi di campana. Chi ci riesce, vivrà un nuovo anno pieno di fortuna e prosperità!

Insomma, se stai pianificando una vacanza nella penisola iberica, il periodo natalizio in Spagna riserva sicuramente un sacco di meravigliose sorprese!